Cabezo report…50 knots in “black”!

Cabezo report…50 knots in “black”!

Il giovedì prima del campionato spagnolo wave qua a El Médano stavo controllando le previsioni su windguru e vedo finalmente che in pochi giorni sarebbe arrivata la tanto attesa sventolata che ogni anno in questo periodo è immancabile! E che vento!!!
Le previsioni davano 27 nodi e se tenete  in conto che quando windguru segna 14 si plana con la 4,7 e con 21 già è da 3,7; immaginatevi cosa ci aspettava!

n1324098688_370159_1221124

Già la domenica di premiazione della gara eravamo tutti pronti per il gran giorno; finalmente avevo la possibilità di sfoggiare la mia 3,7 Point- 7 Sado nuova di pacchetto!
Finalmente arriva il lunedì! Alle 09:00 il vento è già bello sostenuto, passando dalla Tejita si vede l’acqua nebulizzare sotto le potenti raffiche.

Arrivo al Cabezo e vedo la gente che sta volando con le 3,7; per sfortuna la marea è ancora bassa e lo swell tarda ad entrare. Dato che con questo vento non si può stare tutto il giorno in acqua preferisco aspettare la marea giusta a mezzo giorno. Verso le 11:30 le condizioni iniziano ad essere ottimali, vento fotonico con media di 40 nodi e raffiche fino a 60 e onde logo high. Monto la Point-7 Sado 3.7 e il fedele Why 68l e mi butto in acqua. La 3,7 in queste condizioni è veramente enorme, ma con tanta fatica riesco a tenerla. In acqua siamo veramente in pochi e quindi c’è tanto spazio per tutti. Dopo 300m trovo una prima rampa di un paio di metri che mi porta in cielo; con questo vento l’atterraggio è in retromarcia e abbastanza duro, la maniglia del boma non tiene e me lo ritrovo alle ginocchia. Torno in spiaggia a risitemare il tutto, a cazzare un po di puù la vela (che in queste condizioni fa sempre bene) e via di nuovo in acqua.

n1324098688_370144_3298348

Finalmente posso a mettere la prova le Point-7 con vento forte! Con vento normale si sono dimostrate sempre potentissime e voglio vedere come funzionano ad essere super invelato. Fortunatamente mi stupisco perchè la vela scarica benissimo e sotto le raffiche da 60 nodi la vela rimane stabile senza strattonare!
Finalmente arriva Diego Boari, fotografo sempre presente quando ci sono condizioni, ad immortalare il tutto e con un piccolo gruppetto di locali ci buttiamo a provare di tutto. Dopo qualche minuto di riscaldamento inizio a prendere confidenza con le condizioni e cerco di darmi da fare. Riesco a fare alcune belle surfate con tanto di 360, goyter, azzardandone pure uno ad una mano con il risultato di un bello schianto (credo di aver cercato di esagerare!).

n1324098688_370147_5241968

Ma l’emozione più forte è arrivare al lasco pieno e trovarsi un muro verticale di un paio di metri, inizi ad andare su e quando ti sempra già di essere veramente alto ti entra una bella raffica sotto la tavola ti porta lassù! Non vi dico la sensazione di arrivare al punto più alto e guardare giù per girare il backloop; si sente qualcosa in gola e non sono le tonsille! Qualche volta mi sono dovuto arrendere alla forza di Eolo e fare dei lasciatoni spettacolari con conseguente nuotata per recuperare il materiale!

n1324098688_370146_2184598

img_3487

Dopo quasi tre ore esco dall’acqua veramente distrutto e dolorante un po’ dappertutto per le botte prese, ma veramente felice di questa uscita!

Spero che le foto vi piacciano e speriamo di vederci in acqua qua a Tenerife!!

Andrea Palazzo (foto di Diego Boeri)


2 Comments

  • Mag 03,2009
    and

    Ciao!
    Alla fine è andata bene. Sono contentissimo con le vele…non credevo andassero così!
    Spero vederti presto per l’isola!!!

    A presto!
    Se vuoi provare le vele anche al lago fammi sapere!!!

    Reply
  • Mag 02,2009
    naposurf

    ciao andrea…ome va? ne becchi di vento li al cabezo eh? ammazza quanto ti invidio…
    alla fine sei riuscito a provare le point-7 ma mi sembra che tu abbia fatto molto di più…ne sono stracontento e spero che ne sia stracontento anche tu…ho el cabezo nei miei sogni e tutto il vento che vi passa, le sue onde e tutta la gente che c’è.
    salutami tutti, da sandro a walter, isma, enzo e tutta la ciurma, spero di rivedervi presto.

    ps. sono apprendista pizzaiolo ciao andrea e ciao a tutti a presto

    Reply

Leave a comment

Top