CHE MAL DI TESTA…

CHE MAL DI TESTA…

double66

Come forse qualcuno di voi saprà circa un mesetto fa ho fatto il mio primo Double Forward mure a sinistra. Una “classica” giornata infrasettimanale al Garda (Hotel Pier) con la 5.3 stra-piena, poca gente in acqua, buoni amici… e soprattutto era una di quelle giornate dove ti senti informa e le cose ti vengono facili. Ad un certo punto ho visto arrivare lo Speedy (il barcone giallo che alza una divertente onda per saltare qui al lago), decido allora di provare a fare il doppio Forward mure a sinistra e quindi partendo da metà lago (parte in cui normalmente c’è molto meno vento). Nonostante fossi partito molto lontano dalla riva avevo la vela piena di vento. Più mi avvicinavo al “Giallone” e più mi accorgevo che la sua velocità era buona e che era bello carico di gente e l’onda quindi avrebbe creato un’onda alta e ripida. In un attimo sono arrivato ad impattare l’onda perfettamente al traverso/lasco e la spinta inaspettata e molto più forte del normale mi ha fatto decollare… morale… la prima rotazione l’ho fatta mentre salivo e poi per inerzia sono andato nella seconda… e poi… buuum… schianto…. partenza dall’acqua e via!!! Il mio primo doppio Forward! Ho urlato per 10 minuti cercando di far capire ai miei amici che era successo… veramente una bella sensazione!
Da quel momento ho aspettato invano per 3 settimane la condizione perfetta per riprovare, questo significa: trovarsi in acqua al momento del passaggio del “Giallone” (in questo periodo una volta al giorno), vento mure a sinistra, buona velocità del motoscafo e carico di gente per alzare l’onda etc… Ovviamente tutti questi fattori non sono più coincisi.
È arrivato poi il momento di partire per la Sardegna per l’E-Vento. Dopo i primi due giorni passati a fare windsurf trainato dal Grinch…

double4
… e un po’ di SUP…

… ecco che finalmente domenica mattina arriva una inaspettata botta di Ponente. Non ho resistito ad abbandonare la manifestazione per alcune ore, e a non partecipare all’esibizione di freestyle, per andare insieme ad altri miei amici a Cala Pischina per surfare due onde. Il mio vero e unico pensiero era però di poter trovare qualche rampa per riprovare a fare il Double Forward. Arrivati sullo spot il vento e le onde c’erano, anche se la direzione era un po’ troppo da mare. Mi scaldo con qualche Forwardino semplice per prendere confidenza con la direzione del vento rispetto alle onde e poi ho incominciato a fare qualche tentativo di doppio. Purtroppo non sono riuscito nel mio intento di chiudere il Double Forward, non riuscivo a salire abbastanza alto per avere lo spazio necessario per le due rotazioni. E quando invece salivo alto il vento da mare non mi dava la sicurezza necessaria per partire con la seconda rotazione e mi fermavo solo alla prima. Risultato della giornata… un solo tentativo buono con un giro e mezzo…. mentre tutti gli altri sono terminati con grandi botte in acqua… e un mal di testa serale da stendere un cavallo… va beh sarà per la prossima e non vedo l’ora di riprovarci… magari anche con un po’ più di convinzione…

Fabio Calò

@foto di MANUELA CAULI

Leave a comment

Top