Reptile mast e Wind News: a winning collaboration

Reptile mast e Wind News: a winning collaboration

Dopo tre lunghi anni di test ed uscite, la redazione di Wind News ha riconfermato l’accordo con Reptile Mast: ancora una volta i quattro tester di uno dei magazine più diffusi in Italia, utilizzeranno gli italianissimi alberi per i loro test mensili.
Prestazioni super e un’affidabilità quasi degna di una garanzia a vita sono alla base di questa collaborazione duratura: in questi tre anni, i dieci alberi (Python, Cobra, Lizard, Green Mamba…) utilizzati per le prove, ma anche per divertimento sono sempre rimasti gli stessi e ne hanno visto di tutti colori… tanto per darvi un’idea c’è ad esempio un Python rdm 400/19 che ha quasi 300 uscite ed ancora lavora come quando è arrivato in redazione! La scelta è stata premiata, sia in fatto di prestazioni che di affidabilità…

reptilemast

E dire che quando gli alberi, sono arrivati per la prima volta in redazione, c’era stato persino qualcuno (vero panda?!) che aveva storto il naso per la rifinitura meno “fighetta” rispetto agli alberi che avevamo usato fino ad allora.
La scelta è stata premiata, sia in fatto di prestazioni che di affidabilità… conta molto la fortuna, ma le frullate all’ordine del giorno per un team di tester di medio livello, sono state vermente tantissime, ma in più di 36 mesi di uscite tra wave, freeride, slalom… abbiamo riscontrato, su dieci alberi, una sola mini rottura, parziale, di venti centimetri di base del Cobra 370/17.
Rottura per altro dovuta ad una delle solite “cazzate” del nostro caporedattore che, durante la spedzione in Marocco dello scorso anno, ha utilizzato una prolunga da 30 cm per armare la North Ego 4,5 (399 cm). Con la prolunga a fine corsa e pochi centimetri all’interno dell’albero, se si prende una frullata come Dio comanda, o la
prolunga o la base dell’abero sono destinate a cedere a causa della leva esercitata. Nel nostro caso hanno ceduto entrambi… solo che la prolunga l’abbiamo dovuta buttare via, mentre il Cobra 370/17, dopo un intervento conservativo con il… seghetto, è diventato un 350 che tutt’ora Smink utilizza con soddisfazione sulle sue vele da 4.2 a scendere!
In questo articolo, vi abbiamo parlato di Python, Cobra, Lizard… negli anni scorsi infatti la produzione di rdm mast da parte di Reptile prendeva infatti diversi nomi a seconda della percentuale di carbonio utilizzata. Nell’ultimo anno gli rdm mast sono stati raggruppati sotto il glorioso nome dell’abero più performante e divisi in Python 30, 60, 80, 100 e lo spettacolare Python 100 ULTRA RDM. I PYTHON 60, 80, e 100 sono cotruiti con la tecnologia NATURAL BEND CURVE, che garantisce…
For info: www.reptile-masts.com

logo_reptile-masts

Leave a comment

Top