Shaka Bump&Jump

Shaka Bump&Jump

DSC_0096

Dal 21 al 22 maggio si è svolta a Torbole sul Lago di Garda la Shaka Bump&Jump, una gara di salti resa possibile da Mike, il proprietario del surf shop Shaka di Torbole, che da vari anni a questa parte affitta per l’occasione uno dei traghetti del lago e lo fa correre avanti e dietro per il piacere di tutti i windsurfisti che così possono saltare sfruttando le onde create dalla sua scia!
Quest’anno il primo giorno di gara si è svolto al Pier e il secondo in Conca d´Oro. Molti erano gli iscritti, quasi quaranta e provenienti da più di 10 nazioni a conferma dell’internazionalità di questo spot. Nicola Spadea (Starboard/Gun Sails/MaverX) ha ottenuto un ottimo secondo posto eseguendo manovre di tutti i tipi e qualche volta anche rischiando un po’ troppo facendo dei bei tuffi, ma quelli non mancano mai! Specialmente nel secondo giorno di gara Nicola ha dato il mio meglio, era uno dei più plananti in acqua e riusciva ad arrivare ad ogni passaggio della barca in velocità sull’onda, l’accoppiata dei miei materiali gli ha sicuramente dato una marcia in più!
In terza posizione un altro atleta Starboard, il giovanissimo Jacopo Testa (Starboard/Severne/Amex), che ha eseguito una buona varietà di salti con ottime percentuali di riuscita con il suo Flare 88 e la S1 di Severne. Ottimo risultato per Jacopo che a soli 18 anni ha già ottenuto un importante riconoscimento. Più indietro in classifica invece i due altri portacolori di Starboard, Mattia Pedrani (Starboard/Simmer/MaverX) e Fabio Calò (Starboard, Severne, MaverX), l’anno scorso rispettivamente in prima e seconda posizione, ma che questa volta hanno subito un po’ di più il vento leggero rispetto ai loro altri team rider.
Anche il Team Internazionale di Starboard non è stato di certo fermo portandosi a casa un paio di risultati importanti in Korea alla prima gara PWA Slalom della stagione. Bjorn Dunkerbeck (Starboard/Severne) parte alla grande con un solido secondo posto nelle condizioni light wind di Ulsan. Il nostro Alberto Menegatti (Starboard/Simmer) invece stupisce tutti, ottenendo anche importanti riconoscimenti internazionali, arrivando 11° e ad un passo dalla top ten. In diverse prove Alberto è stato anche davanti ad Albeau dimostrando di essere uno degli atleti più veloce sul bordo. Sicuramente maturando ancora un po’ più di esperienza Alberto potrà puntare a grandi risultati, aiutato anche dalla sua estrema compatibilità con i materiali Starboard/Simmer.
Ma non è ancora finita e domenica 23 maggio il team rider Fabio Calò ha partecipato ad una dimostrazione di SUP sul fiume Po a Torino. Insomma lo Starboard team nazionale ed internazionale è partito alla grande!

“Quest´anno il primo giorno di gara si è svolto al pier e il secondo in conca d´oro, in molti erano gli iscritti, quasi quaranta e provenienti da più di 10 nazioni a conferma dell´internazionalità di questo spot.
Io ho ottenuto un ottimo secondo posto eseguendo manovre di tutti i tipi e qualche volta anche rischiando troppo facendo anche dei bei tuffi ma quelli non mancano mai!
Specialmente nel secondo giorno di gara credo di aver dato il mio meglio, ero uno dei più plananti in acqua e riuscivo ad arrivare ad ogni passaggio della barca in velocità sull´onda, l´accoppiata dei miei materiali mi ha sicuramente dato una marcia in più!”

Best regards Nicola Spadea


Leave a comment

Top